10 ottobre 2012

Altrimenti D'Alema

Correva l'anno 1987.

Il Napoli di Maradona vinceva il suo primo scudetto e Pietro Paolo Virdis la classifica dei cannonieri con 17 gol.
Il cellulare era sinonimo di “furgoncino della polizia”.
Tozzi, Ruggeri e Morandi vincevano il Festival di San Remo con “Si può dare di più”.
Negli Usa andava in onda la prima puntata di "Beautiful".
“L’ultimo imperatore”, di Bernardo Bertolucci, trionfava a Los Angeles con 9 premi Oscar.
Era viva e vegeta (più o meno..) l’Unione Sovietica.
Cadeva il governo Craxi II.
Giorgio Almirante lasciava la segreteria dell’MSI ad un giovanissimo Gianfranco Fini.

D’Alema entrava in parlamento. In mezzo a tutti questi cambiamenti, alcune cose sembrano non cambiare mai.
Ecco, il succo di questa nuova stagione del centrosinistra, che si sta aprendo con le primarie, è anche questo, come dice Makkox.
Perchè tra Adesso! Renzi e Oppure, Vendola c'è Altrimenti D'Alema.

O Magari...Civati.

 

 


 

2 commenti:

  1. peccato che Civati non ci sta... per me grande dispiacere!

    RispondiElimina