29 novembre 2012

Mozione a sostegno dei lavoratori della Vertek

Questa sera è convocato il consiglio comunale.
Dodici punti all'ordine del giorno, riguardanti principalmente il bilancio. Discuteremo anche di una permuta di immobili tra il Comune e l'Asilo Perodo e della costituzione di un nuovo consorzio.
Come minoranze poi, abbiamo presentato un ordine del giorno a sostegno dei lavoratori della Vertek, che da anni vivono una situazione lavorativa precaria che si è complicata negli ultimi mesi.
Personalmente, ho partecipato al picchetto fuori dai cancelli della fabbrica organizzato tre mercoledì fa, dove si è discusso con gli operai (tanti dei quali, amici condovesi) del futuro di un luogo importantissimo per la storia passata, ma mi auguro anche per quella futura, di Condove.
Ho quindi aderito a questa iniziativa senza pensarci e spero che tutto il consiglio comunale vorrà fare lo stesso.

   
MOZIONE

Richiesta incontro con il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota  e con l’Assessore al Lavoro Claudia Porchietto

VISTI
la precaria situazione di lavoro in cui versano i lavoratori della Vertek Lucchini di Condove
l’assenza  dei rappresentanti della Regione Piemonte agli incontri svoltisi sinora presso il Ministero allo Sviluppo Economico
l’impegno assunto in questi ultimi anni dalle RSU dell’azienda a tutela del lavoro e dei lavoratori
Lo spettro di una amministrazione straordinaria
la continua incertezza cui sono sottoposti i lavoratori e le  loro famiglie

CONSIDERATO CHE
l’azienda, seppur con molte difficoltà, resiste in una Valle nella quale scarseggiano le opportunità di lavoro
la preoccupazione per la situazione dell’azienda accomuna tutti i gruppi consiliari che propongono questa mozione in modo unitario

                                                           IL CONSIGLIO COMUNALE

.impegna il Sindaco, l’Assessore al Lavoro ed i Capigruppo consiliari:
.ad intraprendere in modo unitario tutte le azioni necessarie al fine di ottenere  la partecipazione del Presidente Cota e dell'Assessore al lavoro Claudia Porchietto ad un incontro con dipendenti della Vertek  e con le  RSU al fine  conoscere  le problematiche dell’ azienda e dei lavoratori
.a relazionare il Consiglio Comunale nella prima seduta utile.

 
 

4 commenti:

  1. Gianmarco Galfano30 novembre 2012 18:41

    La mozione è passata in consiglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gianmarco Galfano30 novembre 2012 18:50

      Riporto anche quanto da me scritto su "La papera starnazzante", esattamente al link http://lapaperastarnazzante.blogspot.it/2012/11/quattro-chiacchiere-sulla-vertek.html?showComment=1354297665455#c4649147193703177173

      Questa è la mozione proposta da Ascoltare Condove... spero sia passata, anche se, opinione personale, impegna tanti ordini e persone senza però specificare nulla di concreto... credo che, specialmente in politica, bisognerebbe non solo impegnarsi ma anche agire.
      Sicuramente è già qualcosa perché è evidente quanto sia difficile arrivare al cuore del problema (e impegnarsi per risolverlo), il quale può essere affrontato in maniera esaustiva solo in un tavolo con il governo, quindi la mia non è una critica ad Ascoltare Condove, ma un accento sul fatto che non basta parlare, bisogna agire! TUTTI! Infatti la cosa che mi piace di più della proposta di mozione è l'"intraprendere in modo unitario".
      Qui si parla di lavoro e di futuro di famiglie nostre compaesane: abbasso i campalinismi, bisogna collaborare!

      Elimina
  2. attenzione! la mozione l'abbiamo presentata come minoranze. tutti e 3 i gruppi, anche sinistra x condove e buongiorno condove. proprio marinella cuatto si è incaricata di scriverla e farla protocollare.
    per quanto riguarda l'azione, prego solo di non trarre facili conclusioni e di afforntare il problema per quello che è, cioè un gran casino.
    il ruolo che può giocare il comune in questa vicenda è pari a 0. gli unici che in qualche modo si possono interessare e fare pressioni significative sono gli enti locali (provincia e regione).
    qui stiamo parlando di un colosso mondiale dell'acciaio (il 2° dopo Thyssen credo...) che ha comprato non una fabbrica, ma un intero gruppo (lucchini) che ha oltre 8.000 dipendenti in tutta Italia. a Condove ce ne sono 94, e sono considerati, di fatto, un reparto distaccato dello stabilimento di Piombino.
    capisci anche tu che stiamo parlando di un livelllo un filo più alto che il consiglio comunale di condove.
    personalmente ho organizzato una bella serata sul lavoro qualche mese fa, ho partecipato ai picchetti davanti alla fabbrica e ho anche messo in contatto gli operai e il sindaco di caprie per avere uno spazio alla fiera della mela. di più, francamente, non so cosa potessi fare.
    oggi poi ho contattato l'ufficio dell'assessore provinciale al lavoro carlo chiama, che prima di essere un politico è un amico e che credo possa esserci d'aiuto in questa vicenda così delicata.
    le uniche cose "concrete" che si possono fare per dare un futuro serio a questi lavoratori sono: nell'immediato, capire che tipo d'investimenti ha intenzione di fare Sevenstar in Italia e in particolar modo a Condove e regolarsi di conseguenza. nel lungo periodo, riforma degli ammortizzatori sociali, riforma del mercato del lavoro, riduzione del cuneo fiscale per le aziende e, di conseguenza, per i lavoratori e piano industriale nazionale. tutte cose che nè io, nè marinella, nè il ns sindaco posiamo fare.

    RispondiElimina
  3. Gianmarco Galfano30 novembre 2012 20:25

    Sono d'accordo... è un gran casino!
    E comprendo e accetto che la nostra realtà è piccola in confronto alle cifre e ai movimenti che interessano la Vertek (formichina nella macchina industriale italiana)... quello che volevo esprimere è che tutti dovrebbero fare un pezzettino, mettersi in gioco, schierarsi.
    Personalmente grazie a te e le altre minoranze per quello che state cercando di fare: quando gli RSU Mario e Beppe sono venuti a parlare con il clan hanno chiaramente lanciato il messaggio che è importante anche solo il dimostrarsi solidali ed è questo l'importante ora! Forse è l'unica cosa che possiamo fare (e mi fa rabbia, perché vorrei poter fare di più!) e quindi vale la pena di farla bene!

    RispondiElimina